«

»

Lug 28

I giochi olimpici e lo Spread

Cominciano i giochi olimpici, avrei dovuto essere lì, non ci sono per gli impegni di lavoro, comunque c’è tutta la mia famiglia, non nello stadio ma non lontano a godere un buon barbecue. Io sono lì virtualmente collegato con skype attraverso il mio IPAD. Parlare con mia moglie e i miei figli è un pò come essere a Londra.

La prima parte della cerimonia di inaugurazione, una celebrazione della storia inglese, il passaggio dalla campagna alla industrializzazione è uno degli elementi costanti dello spirito inglese. Il tentativo continuo di recuperare la dimensione country è un pò come esorcizzare il “peccato” della rivoluzione industriale. La regina che arriva in paracadute con James Bond è un classico.

 

La celebrazione del National Health Service appare un auspicio un pò patetico visto che il primo ministro Cameron lo sta definitivamente distruggendo.

La presenza di disabili racconta del rispetto anglosassone per questa dimensione. Peter Pan, la voglia di non crescere con la Rowling che ne recita alcuni passi rappresenta l’Inghilterra di oggi. La Rowling, diventata ricca con Harry Potter investe nella promozione della cultura, forse in Inghilterra la dimensione etica resiste. Anche Mery Poppins rappresenta l’esigenza inglese di una dimensione educativa rigorosa ma anche un pò tollerante. I bambini protagonisti diventano una risorsa nella dimensione educativa. La fiamma olimpica accesa da giovani sconosciuti ci fa pensare all’investimento sui giovani ai primi ministri 40 enni, una dimensione così lontana da quella nostrana.

Mister Bean che fa parte del cerimonia è un pò come Benigni in una futura olimpiade di Roma.

Gli anni 60 e 70 rappresentano un altro momento dove l’Inghilterra ha giocato un ruolo pilota. Finalmente, gli anni 90, arrivano i telefonini che facilitano gli incontri, il rep e la dimensione più recente.

Il world wide web, l’inventore inglese che ci ha cambiato la nostra vita. Ero in Inghilterra un’estate, forse del 1990, venivo da mesi di sperimentazione da casa di Perugia di quello che sarebbe diventato internet. A quell’epoca internet significava una riga di comando e una sintassi poco comprensibile. Leggevo con sorpresa l’idea di un sistema grafico che poteva mostrare pagine con storie di internet. Tutto ciò è oggi naturale ma all’epoca una visone fantascientifica.

La regina che viene paracadutata con James Bond é una bella trovato dove la regina viene rispettata ma anche sottoposta alla sdrammatizzazione dove il messaggio è che comunque sia non bisogna prendersi troppo sul serio. Nello spirito inglese é proprio questa caratteristica uno dei punti di forza. Nel lavoro bisogna essere seri, affidabili e produttivi, non si può ’sgarrare’. Poi, la sera al pub, nei momenti informali via alla trasgressione e all’ironia. I momenti devono però rimanere distinti, differentemente dall’Italia dove i 2 momenti si sovrappongono troppo spesso, e lo Spread sale….

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: